Innovazione

“L’innovazione è un cambiamento umano deliberato di qualcosa che esiste per creare qualcosa di nuovo.” – Benoit Godin

Per me l’innovazione é la capacità di creare qualcosa di straordinario, nel significato letterale della parola. Qualcosa di nuovo e che esce dall’ordinario, da ciò che è normale, regolare, abituale. Qualcosa che sfida lo status quo. Qualcosa di diverso che ha un impatto come definito da Scott Anthony nel suo libro “Little Black Book of Innovation”.

Studi recenti evidenziano che avere idee sta diventando sempre più difficile. Le ricerche mostrano che il tasso di rendimento degli investimenti in innovazione sta diminuendo. Ascoltando le aziende e osservando i dati emerge come l’innovazione si stia prosciugando, ad indicare che forse l’approccio totalmente basato sul pensiero ha raggiounto il suo massimo. Quindi qual è la prossima frontiera? Qual è il futuro paradigma nella creazione di valore nelle organizzazioni? Cosa può sbloccare un nuovo potenziale per innovare?

“Nessun problema può essere risolto dallo stesso livello di consapevolezza che lo ha creato.” – A. Einstein

Ho trascorso gli ultimi 15 anni occupando ruoli diversi in organizzazioni focalizzate sull’innovazione tecnologica. Ciò che mi ha colpito, dopo aver partecipato a molti progetti, è che le organizzazioni tendono ad affrontare l’innovazione come qualcosa di esterno rispetto alle loro persone. Creano sistemi per connettere le persone, implementano metodologie per guidare le loro idee e azioni e assumeno innovatori per stimolare l’intero processo. Sempre piú spesso questo approccio si dimostra poco efficace. E se la prossima ondata di innovazione non andasse cercata all’esterno ma all’interno delle persone? Cosa succede se spostiamo l’attenzione da ciò che facciamo per innovare a chi scegliamo di essere, come innovatori?

Per innovare il modo in cui innoviamo, dobbiamo sviluppare un livello superiore di consapevolezza in modo da poter vivere in uno stato di ispirazione, abbondanza e servizio che ci permetta di vedere lo straordinario e farlo accadere.

“Se fai parte del sistema che vuoi cambiare, sei parte del problema.” – Dave Gray

Per fare emergere innovazione dobbiamo cambiare il modo in cui prendiamo le decisioni, fare le cose in modo diverso e prendere decisioni al di fuori delle norme stabilite. Dobbiamo essere in grado di vedere e creare uno straordinario fuori dall’ordinario. Un coach, essendo allo stesso tempo all’interno e all’esterno di una squadra o di un’organizzazione, può creare l’apertura e lo spazio che consentono al team di vedere le possibilità al di là dei loro condizionamenti.

Attraverso il mio ruolo di coach, aiuto persone, team e organizzazioni a crescere in consapevolezza e creare la mentalità e la cultura necessarie per portare più innovazione nelle loro vite, personali e professionali.

Foto di apertura di Ross Findon, Unsplash